Articoli

Il CON è in collaborazione con  l’UCAM.

L’UCAM con PGO, Postgrado en Odontologìa, bandisce i corsi di Esperto Universitario, Specializzazione Universitaria e Master Universitario. Durante lo svolgimento di questi moduli, si affronteranno le maggiori tematiche implantari e implanto-protesiche e si avrà la possibilità di partecipare a sessioni di live surgery.

 

Ma quali sono gli obiettivi ?

Questi Programmi Universitari Post-Laurea, rivolti a Odontoiatri e Stomatologi, forniranno una base teorica e pratica che permetterà di affrontare con tranquillità casi di semplice e media difficoltà;l’obiettivo finale sarà quello di applicare le nuove conoscenze acquisite durante lo svolgimento del programma per arrivare a risolvere anche casi più complessi in tutta sicurezza.

Ai  corsisti sarà data la possibilità di analizzare criticamente numerosi lavori scientifici pubblicati e selezionati oltre che le varie tecniche proposte.

Sarà possibile acquisire capacità tecniche atte a garantire una salute funzionale ed un’estetica adeguata ai pazienti, affrontando dei moduli formativi  trattati prima teoricamente e poi praticamente.

 

Come Iscriversi?

E’ possibile iscriversi al corso direttamente sul sito dell’UCAM.

Per maggiori informazioni sull’attività formativa visita il seguente link.

 

 

Chi è l’UCAM?

In questo articolo troverai tutte le informazioni riguardanti il nostro nuovo Partner Accademico.

 

Intervista al Dr. Guerino Caso

Cosa pensa dello stato dell’arte dell’ implantologia guidata?
Penso che oggi si è in grado di offrire la possibilità a tutti gli odontoiatri e a molti pazienti, di beneficiare di una metodica
affidabile e sicura con riduzione dei tempi operatori, del tasso di morbilità post-operatoria, garantendo il posizionamento immediato della protesi fissa.

Quindi, al paziente vengono applicati in una sola seduta gli impianti endossei e la protesi fissa?
Sì, nel giro di poche ore il paziente torna a casa e riprende normalmente le sue normali attività.

Perché secondo Lei l’implantologia computer assistita non trova ancora la diffusione che merita nel panorama odontoiatrico?
Credo che ci sia stato un approccio sbagliato da parte delle aziende e anche, mi sia consentito, da parte del mondo scientifico.
L’implantologia computer assistita è stata presentata, il più delle volte, come metodica elitaria, provocando quasi soggezione all’odontoiatra eventualmente interessato.

Inoltre, software poco comprensibili, comunicazioni difficili con i service di riferimento e, non da ultimo, troppi e complicati strumenti per la fase chirurgica, hanno reso l’implantologia computer assistita più macchinosa rispetto alla normale implantologia.
Io credo invece, che l’implantologia guidata debba essere più fluida di quella cosiddetta normale e, per questo, ho profuso
tutti i miei sforzi per la realizzazione del progetto Intra-Guide della Intra-Lock International.

Lei pensa che l’implantologia guidata sia per tutti?
Io penso che tutte le discipline odontoiatriche abbiano bisogno di dedizione e, prima ancora di formazione. Poi, come sempre,
è necessario passare attraverso una curva di apprendimento, dal caso semplice al caso via via sempre più complesso.

 

Cosa caratterizza la sistematica computer assistita IntraLock ?
E’ una sistematica sostenuta da un protocollo semplice e affidabile. Inoltre, il software, oltre ad essere un mezzo di comunicazione e di marketing con il paziente, risulta essere uno strumento di pianificazione implanto-protesico semplice e comprensibile.
Per quanto rigurarda l’hardware chirurgico, anch’esso risulta affidabile e fluido. Questo hardware, poi, associato alla oramai famosa sistematica FLAT-ONE BRIDGE® di Intra-lock, permette una gestione senza stress sia della fase implantare che della fase protesica.

 

 

 

 

Perché l’implantologia guidata Intra-Lock è facilmente apprezzabile da ogni clinico?
Il clinico esperto la apprezzerà per la semplicità sia in fase di pianificazione che nella fase chirurgica vera e propria.
Il clinico meno esperto potrà muovere i primi passi con tranquillità grazie al servizio di assistenza nella selezione dei primi casi, nella pianificazione virtuale e nella fase strettamente clinica implanto-protesica.
Inoltre vi è un percorso formativo per odontotecnici e odontoiatri, attraverso corsi pratici abilitanti che permetteranno la piena capacità di gestire e affrontare i diversi casi clinici.

 

Rispetto alla implantologia classica è richiesto un investimento economico importante?
La Intra-Lock International ha affrontato il problema dei costi che frenano non poco la divulgazione e l’utilizzo della chirurgia guidata. Pertanto i vertici aziendali hanno deciso di fornire un ulteriore servizio al proprio cliente. Per chi non volesse acquistare il software, è possibile usufruire del servizio on-line “one shot” attraverso il quale il clinico, assistito da nostri tecnici specializzati, può pianificare l’intervento chirurgico.
Questo permette di eliminare costi eccessivi, nel momento in cui si decide di provare un percorso chirurgico moderno e molto apprezzato dai pazienti.
Infine, non per importanza, il kit chirurgico Intra-Lock per l’implantologia guidata, differisce da quello tradizionale, per poche frese. In questo modo il professionista che usa già il sistema implantare Intra-Lock non dovrà fare un nuovo investimento.

“Si possono acquisire le tecniche ma non è possibile apprendere la sensibilità al Bello”.

L’odontoiatria estetica si basa su una serie di regole e tecniche che fanno riferimento a norme scientifiche e definizioni artistiche che, considerate nella loro collettività, permettono di ottenere un sorriso gradevole.

Questi principi sono stabiliti mediante dati statistici raccolti dai pazienti, modelli diagnostici, misurazioni scientifiche, ricerca odontoaiatrica, considerazioni artistiche e concetti base di bellezza.

Un esame dentale completo dovrebbe includere radiografie dentarie, modelli diagnostici con montaggio in articolatore, documentazione fotografica, ed un esame clinico approfondito.

L’esame clinico,a sua volta, deve includere  un’analisi del sorriso e la valutazione dei denti, delle articolazioni temporo-mandibolari, dell’occlusione, dei restauri esistenti, dei tessuti parodontali, e dei tessuti molli della cavità orale.

    I principi di progettazione richiedono una integrazione dei concetti estetici del sorriso che  regolano la composizione estetica del viso armonizzati fra di loro.

Due obiettivi fondamentali devono essere perseguiti e studiati nella creazione di un sorriso:

Denti con singole proporzioni piacevoli e corretti rapporti di proporzione tra di essi, integrati biologicamente ed in armonia con i tessuti muco gengivali.

– Disposizione dei denti e delle arcate dentarie in rapporto con le labbra e le altre unità estetico-anatomiche del viso.

 

“Il sorriso è definito come un cambiamento nella propria espressione facciale, allargando le labbra, spesso per segnalare piacere.”

E’ il risultato di un percorso complesso neurologico che coinvolge la corteccia celebrale (non motoria,premotoria e motoria).

Il settimo nervo cranico (Facciale) e gli impulsi di feedback dei rami sensoriali che provenienti dal V nervo cranico (Trigemino), arrivano alla corteccia premotoria e motoria che a sua volta determinerà la contrazione dei muscoli facciali. I muscoli del viso coinvolti in un sorriso sono il depressore del setto nasale, l’elevatore del labbro superiore e dell’ala del naso, l’elevatore del labbro superiore, l’elevatore dell’angolo della bocca, lo zigomatico maggiore e minore, il buccinatore, il risorio, il depressore dell’angolo della bocca, il depressore del labbro inferiore e il mentoniero. Tutti questi muscoli si inseriscono sull’orbicolare della bocca e lavorano in sinergia per alzare il labbro superiore e spostare lateralmente l’angolo della bocca creando così il SORRISO.

” Il sorriso è stato descritto come un quadro la cui cornice è rappresentata dalle labbra. All’interno di questo quadro ci sono i denti e il tessuto gengivale di sostegno. I fattori determinanti sono lo spessore delle labbra,  la distanza tra le commessure, la competenza labiale, l’indice del sorriso (rapporto larghezza/altezza), e infine l’architettura gengivale. Ai margini laterali del sorriso, l’occhio può percepire le commessure interne ed esterne.

 

E’ necessario suddividere il sorriso in un sorriso a riposo e un sorriso attivo. Il sorriso a riposo è quello che dà sostegno al labbro e le sue animazioni sono abbastanza riproducibili. Al contrario, il sorriso attivo è involontario, ed è indotto da sensazioni di gioia o gradimento.

“Un sorriso piacevole comporta un rapporto armonico tra i denti, gengive, tessuti duri di sostegno, e labbra.”

L’importanza del sorriso nell’attrazione fisica è fondamentale, ed è stata studiata in relazione alle decisioni di lavoro, alle assunzioni ed alle possibilità di carriera, alle impressioni iniziali, alle interazioni sociali ed all’età dimostrata (non anagrafica).

INCONTRO IN ODONTOIATRIA MULTIDISCIPLINARE

MURCIA 5 LUGLIO 2019, Monastero “Los Jerónimos” di UCAM.

.

Cos è l’UCAM DAY?

E’ un incontro ideato per studenti,insegnati e collaboratori all’insegna di scienza e tempo libero.

La Direzione istituzionale consegnerà i diplomi agli studenti che hanno completato i loro studi e presentato le loro tesi.

Ti invitiamo a partecipare ad una giornata così importante, in quanto sarà il 1° incontro in Odontoiatria Multidisciplinare.

La capacità dell’evento è limitata, quindi per motivi organizzativi, conferma la tua presenza entro il 31/05/2019.

Il 5 Luglio 2019 i primi corsisti Italiani conseguiranno il Diploma di specializzazione nella splendida cornice di Murcia presso il Monastero “Los Jerónimos” di UCAM, in occasione dell’UCAM DAY.
 
Per maggiori informazioni sui corsi di specializzazione contatta il Segretario Tecnico, Giulio Cotecchia, al numero +39 3713735237.

Come Iscriversi?

Clicca al seguente link

Iscrizione UCAM DAY

e compila il modulo di iscrizione infondo alla pagina.

Programma

- 09:00 h. Entrata partecipanti. 
- 09:20 h. Inaugurazione dell'incontro e presentazione delle conferenze.
- 09:30 h. Presentazione del Dr. LANKA MAHESH (Implantology - New Delhi).
  Socket grafting contro impianti immediati.
  Conservazione alveolare contro impianti immediati.
- 10:20 h. Conferenza del Dott. CHRISTIAN COACHMAN (DSD - Brasile). 
  The Modern Smile Rehabilitator - Efficienza e differenziazione attraverso la tecnologia 
  & narrativa.
- 11:10 h. Pausa Caffè.
- 11:45 h. Conferenza del Dott. ISABELLA ROCCHIETTA (Periodontics - Regno Unito / Italia).
  Aumento verticale della cresta: come gestire casi complessi.
- 13:20 h. Conferenza del Dr. DEREK MAHONEY (Ortodonzia - Australia).
  Il ruolo cruciale dell'ortodonzia nel trattamento multidisciplinare dell'osso pediatrico.
- 14:00 h. Pausa Pranzo.
- 15:40 h. Conferenza del Dott. GERMAN ALBERTINI (Protesica - Argentina).
  Integrazione dell'estetica e dell'occlusione nella riabilitazione della ceramica
  durante il tempo digitale.
- 16:30 h. Conferenza del Dott. FRANCESC ABELLÁ (Endodonzia - Spagna).
  Riduzione al minimo del costo biologico dei nostri trattamenti endodontici.
- 17:15 h. Pausa Caffè.
- 18:00 h. Conferenza del Dott. GUSTAVO MARTÍNEZ CUELLAR (Endodonzia - México).
  Microscopia, documentazione e prognosi in endodonzia.
- 19:00 h. Conferenza del Dr. SIDNEY KINA (Estetica adesiva - Brasile / Giappone).
  Prospettive o riabilitazione orale nell'era dell'adesivo.
- 20:00 h. Il Direttore Istituzionale nominerà la Dott.ssa Kina come Direttore della Cattedra
  in Odontoiatria Estetica e come Direttore Accademico del Master in Riabilitazione orale.
  Presentazione dei diplomi agli studenti post-laurea di PGO-UCAM
- 21:30 h. Cocktail Finale.
- 24:00 h. Fine del Meeting.

L’UCAM con PGO, Postgrado en Odontologìa, bandisce i corsi di Esperto Universitario, Specializzazione Universitaria e Master Universitario. Durante lo svolgimento di questi moduli, si affronteranno le maggiori tematiche implantari e implanto-protesiche e si avrà la possibilità di partecipare a sessioni di live surgery. Alla fine di questi percorsi formativi verrà conferito il Diploma di Specializzazione in occasione dell’UCAM-DAY a Murcia.

Video di Presentazione del Corso

Come Iscriversi?

E’ possibile iscriversi al corso direttamente sul sito dell’UCAM.

Per maggiori informazioni sull’attività formativa visita il seguente link.

Dallo studio IMOP del 2018, sono stati estratti i marchi del settore universitario privato che appaiono e hanno sviluppato una classifica di notorietà.

L’obiettivo di questo studio era di determinare una classifica di notorietà delle università private per stabilire quali università stanno dominando per il pubblico spagnolo.

Risultati

In cima alla classifica, con una percentuale significativa, compare l’Università Cattolica di San Antonio de Murcia, con quasi il 25% della quota totale del settore universitario privato.

Per ulteriori dettagli sullo studio effettuato : ScaricaPDF

Chi è l’UCAM?

In questo articolo troverai tutte le informazioni riguardanti il nostro nuovo Partner Accademico.

 

  Corso di formazione in programma al Grand Hotel Salerno, Lungomare Tafuri, 1 – 6 Aprile 2019 ore 8.30 – 14.30.

 

Interverranno all’Evento il prof Guerino Caso, Dott. Leone Rigo e Odt. James Tollardo.

 

Programma:

  1. Classificazione delle Atrofie mascellari
  2. Trattamento delle recessioni gengivali
  3. Innesti ossei
  4. Rialzo del seno mascellare
  5. Timing riabilitativo
  6. Management dei tessuti duri e molli
  7. Impianti zigomatici: problematiche anatomiche, chirurgiche e protesiche
  8. La metodica ZygZag: posizionamento completamente guidato degli impianti zigomatici

Clicca qui per la Brochure dell’Incontro

Il Prof. Giovanni Maria Gaeta torna con un nuovo concetto davvero interessante, ossia la bellezza e la relativa metodologia Lumineers.

Cos’è la Bellezza?

Ci sono diverse definizioni, ad esempio basterebbe aprire un dizionario o un volume enciclopedico e trovare la definizione di bellezza, in cui tutti si sono cimentati. Ma la cosa non è così semplice, infatti vi riportiamo un concetto inteso come qualcosa di leggermente diverso che coinvolge tipi di unità e di momenti differenti nella concezione della bellezza.

Come primo momento torniamo indietro a Leon Battista Alberti, il grande architetto italiano, che definisce la bellezza come una concinnitas cioè una condizione di assoluto equilibrio……

Se sei interessato all’argomento guarda il video di seguito.

 

 

In questo articolo parleremo dell’Università Cattolica Sant’Antonio di Murcia, presso cui il Dottor Guerino Caso ha ottenuto il nuovo incarico di Direttore Accademico del Post-Laurea in Chirurgia, Parodontologia e Riabilitazione in Implantologia Orale.

Chi è l’Università UCAM?

Il Campus, che oggi conta quasi 16.000 studenti, si trova a Guadalupe vicino alla città di Murcia e con sedi in gran parte del mondo. Offre 29 corsi di Laurea e 47 corsi Post-Laurea.

Post-Laurea Internazionale in Chirurgia e Riabilitazione in Implantologia Orale

E’ un programma internazionale di 4 settimane intensive con sedi a Miami, Barcellona, Università di New York e Veracruz. Questo programma è pensato per fornire la competenza necessaria alla corretta collocazione di impianti dentali attraverso la pianificazione e l’esecuzione di un protocollo funzionale basato sull’evidenza scientifica. La prestigiosa Equipe docenti si avvale di 30 professionisti con importante esperienza nel settore.

Di seguito un video introduttivo dell’attività formativa del corso:

 

In questo articolo parlerò della riabilitazione dell’arcata superiore con la tecnica del Flat One Bridge a carico immediato. Il metodo è stato sviluppato dalla Intra-Lock International e ha dalla sua un follow up ultradecennale con un tasso di sopravvivenza che si attesta al 96%.

Riabilitazione arcata superiore, cos’è il carico immediato?

Il carico immediato è una tecnica con benefici tipici della chirurgia one stage, a vantaggio di medici  e pazienti. Tre sono i fattori da prendere in considerazione nell’’osteointegrazione :

  • fattori che riguardano l’osteogenesi, la formazione ossea.
  • fattori che riguardano l’osteolisi perimplantare, il riassorbimento osseo.
  • fattori connessi ai micromovimenti e alla loro influenza sull’ osteogenesi perimplantare.

Quando si parla di osteogenesi bisogna tener presente che la stabilità implantare è ridotta nei primi 30-45 giorni dal posizionamento a causa del fisiologico rimodellamento osseo.

I micromovimenti condizionano negativamente l’osteogenesi quando superiori ai 150 μm. Essi possono essere depotenziati grazie a:

  • splintaggio rigido degli impianti.
  • riduzione del carico occlusale, quando possibile.

Il Flat One Bridge cos’è?

Con il Flat One Bridge viene creata una struttura entro tre giorni dall’intervento chirurgico. Il metodo è basato su:

  • impiego di impianti a superficie frattale nano-rugosa intrisa di fosfato di calcio (Ossean)
  • design dedicato al carico immediato

Gli impianti con superficie frattale nano-rugosa, in particolare, hanno la capacità di incrementare le capacità di guarigione dell’organismo.

La singolarità del Flat One Bridge si evince dall’impiego di connettori piatti, i quali consentono la completa passivazione del manufatto, così da annullare subito e per sempre eventuali disparallelismi implantari.

Gli abutment Flat One

A differenza dei normali abutment fissati con vite di fissaggio passante, gli abutment Flat One godono di tavola occlusale piatta capace di aderire ai cilindri della struttura protesica in maniera perfetta, garantendo maggiore appoggio e scarico di forze.

Lo splintaggio chirurgico tra gli impianti risulta rigido evita i micromovimenti favorendo dunque stabilità primaria e omogenea distribuzione delle forze occlusali. Caratteristica molto utile specie nella fase di convalescenza.

Gli impianti FlatTop

La Intra Lock ha di recente introdotto gli impianti FlatTop. Il loro design monoblocco consente di integrare i corpi implantari Intra-Lock selezionati alla interfaccia protesica per pilastro FlatOne. Ciò annulla le possibilità di qualsivoglia micromovimento oltre che aumentare al massimo la forza complessiva.

Il monobocco, inoltre, consente di:

  • semplificare i movimenti
  • ridurre i rischi di avvitamento dei Flat anche su impianti inizialmente instabili

Come la componente secondaria Flat One, anche la connessione protesica FlatTop ha il beneficio della tavola occlusale piatta, a consentire il fissaggio passivo della sovrastruttura in condizioni difficili, ovvero con impianti molto divergenti.